Contattaci per info sull'acquisto dei volumi: ad.6@hotmail.it
Iscriviti alla nostra mailing-list per rimanere aggiornato con le nostre iniziative.

Cos'è?

Questa immagine certifica l'aderenza della struttura del sito alle più avanzate specifiche del W3C, il consorzio che guida lo sviluppo del web.

Cos'è?

Questa immagine certifica l'aderenza della veste grafica del sito alle innovative specifiche dei CSS3 del W3C, il consorzio che guida lo sviluppo del web.

Da' uno sguardo alle presentazioni dei volumi in mostra!

Primo Convegno Internazionale indetto dalla Fondazione Valerio

Ginevra, 27-29 giugno 2007

primo-convegno-internazionale-indetto-dalla-fondazione-valerio primo-convegno-internazionale-indetto-dalla-fondazione-valerio

Nei giorni 27-29 giugno si è tenuto, presso la sede della Novafin Financière SA di Ginevra, il primo Congresso Internazionale della “Fondazione Pasquale Valerio per la Storia delle Donne”.

Il congresso, organizzato sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana e con il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri Italiano, ha dato la possibilità, nell’anno Europeo delle Pari Opportunità e in una città internazionale quale è Ginevra, di presentare i progetti che la Fondazione ha avviato e quelli in fase di allestimento.

Oltre alla presenza dei rappresentanti di autorità ed istituzioni politiche ed accademiche - tra i quali gli ambasciatori italiano, spagnolo e cubano presso le Nazioni Unite a Ginevra e a Berna, nonché il rappresentante della Santa Sede presso l’ONU, S.E. Mons. Tomasi e la vicerettora dell’Università dell’Avana, Cristina Díaz López, intervenuti per portare il proprio saluto ed il proprio contributo all’assemblea - si è salutata la partecipazione di numerosi studiosi impegnati, a livello internazionale, negli ambiti che sono propri della Fondazione Valerio.

I lavori, suddivisi in tre sessioni, hanno offerto la possibilità di centrare tematicamente gli obiettivi e le finalità del congresso.

Nel corso della prima sessione sono intervenuti: la teologa Adriana Valerio, presidente della Fondazione, che ha tracciato le linee fondamentali del progetto I Luoghi della Memoria. La presenza religiosa, culturale e sociale delle donne a Napoli, Salamanca e L’Avana (progetto che ha già consentito la pubblicazione di tre volumi dedicati alle rispettive città), soffermandosi poi sui risultati conseguiti a Napoli; Eusebio Leal Spengler, Storico della città dell’Avana, che ha saputo rimarcare con sincera passione e puntuale rigore storico il ruolo svolto dalle donne dagli inizi della storia cubana ai nostri giorni; le ricercatrici salamantine Carmen Morales Garcia ed Angeles Sanchez Gonzàles, che hanno illustrato il lavoro svolto a Salamanca sulla ricostruzione storico-documentaria dei monasteri femminili del XVI secolo.

Gli interventi hanno offerto ai partecipanti la possibilità di vedere nel suo insieme un progetto di portata internazionale che abbraccia tre diverse realtà del mondo latino legate da un comune filo conduttore: la Spagna cattolica imperiale.

Ad Irmtraud Fischer, docente di Esegesi Veterotestamentaria presso l’Università di Graz, e ad Adriana Valerio, docente di Storia del Cristianesimo presso l’Università “Federico II” di Napoli, è spettato il compito di illustrare, nel corso della seconda sessione, le linee guida del nuovo progetto Internazionale La Bibbia e le Donne. Collana di esegesi, cultura e storia.

Sostenuto dalla Fondazione Valerio, il progetto vedrà coinvolti 80 studiosi e studiose europei e nord-americani ed ha come obiettivo l’edizione di una complessa opera editoriale da tradursi contemporaneamente in quattro lingue.

Salutato favorevolmente da S. E. Mons. Tomasi, il quale ha saputo in poche battute rimarcare la serietà e la novità che contraddistinguono tale operazione, il progetto, che è stato illustrato e chiarito tanto sotto l’aspetto storico, quanto sotto quello esegetico-teologico, è la prima di una serie di iniziative che la Fondazione ha in animo di proporre ed organizzare a livello internazionale.

Si sono aggiunti poi gli interventi di Maria Leticia Sanchez Hernandez, Conservatrice dei Musei Nazionali Spagnoli, la quale ha con perizia ed efficacia illustrato le ripercussioni dell’interpretazione delle Sacre Scritture in ambito artistico, nonché la relazione di Nicola Spinosa, Soprintendente per il Polo Museale Napoletano, il quale ha richiamato l’attenzione dell’assemblea sugli sviluppi dell’iconografia post-tridentina a Napoli.

La giornata di venerdì 29 giugno è stata dedicata ad un altro progetto, appena messo in cantiere dalla Fondazione Valerio: Donne e Potere a Napoli.

Ha preso la parola Mirella Mafrici, docente di Storia Moderna presso l’Università di Salerno, che ha sottolineato e messo in luce possibili indirizzi e linee guida di una rilettura della storia di Napoli attraverso il ruolo che hanno esercitato le donne di potere.

A questa sessione dei lavori ha voluto associarsi, sia pur impossibilitato fisicamente a partecipare, Giuseppe Galasso, attraverso suoi spunti di riflessione sul tema espressamente formulati per l’occasione.

Ad ogni relazione ha fatto seguito uno stimolante dibattito, a testimonianza del vivo interesse suscitato dai temi trattati.

La visita alla Fondazione Bodmer, che raccoglie alcune tra le più rappresentative testimonianze epigrafiche e librarie esistenti, ha siglato la fine del congresso, salutato da Francesco Valerio, presidente della Novafin, come inizio di un percorso teso a conferire nuova dignità non solo alle donne ma anche, e soprattutto, ai contesti sociali e culturali entro i quali esse si trovano ad operare, contesti ancor oggi carichi di contraddizioni ed al contempo palesemente ricchi in quanto a storia, arte e cultura.

Torna a attività 2007

Fondazione Pasquale Valerio per la Storia delle Donne - Vico Luperano, 7 - 80135 - Napoli - NA - Italia
Tel: 081.5645451 - Fax: 081.4430930 - Email: info@fondazionevalerio.org